Colori e psicologia

L’ ambiente che ci circonda esercita su di noi un impatto psicologico. Il contesto in cui viviamo, senza accorgercene, condiziona la nostra mente e il nostro umore.

In una casa, dalla disposizione degli spazi, dai colori delle pareti, dagli oggetti e dai dettagli, possono insorgere determinate sinergie che influenzano lo stato emotivo di chi ci vive.

I colori hanno un’enorme influenza sullo stato d’animo: ogni colore provoca infatti una determinata reazione emotiva nel soggetto; si pensi soltanto l’uso di colori tenui come il celeste e il verde chiaro negli ambienti ospedalieri, al fine di trasmettere pazienti pace e tranquillità.

Ogni colore ha quindi un impatto sulla psiche umana, ad esempio:

  • Rosso: rappresenta il colore della passione e dell’amore ardente. Per la psicologia indica il calore, mentre, per alcuni rappresenta il pericolo. Può essere usato per esprimere intimità e rendere un ambiente emotivamente più “caldo”.
  • Arancione: percepito come un colore caldo e solare. Esprime energia e innovazione. Nell’arredamento non conviene esagerare con questo colore perché tende a sopraffare chi vive quell’ambiente.
  • Giallo: è rappresentativo della gioia di vivere, dell’allegria, della felicità. Esprime creatività e positività. Associato a colori neutri e in ambienti con molta luce naturale ha un effetto calmante perché infonde tranquillità.
La Tube Chair di Joe Colombo, 1969
  • Verde: rimanda alla natura e simboleggia fertilità e vita. Esprime tranquillità, infatti molto spesso viene scelto per l’ingresso per mettere subito a proprio agio chi entra in casa o, in ambito professionale, per una sala d’aspetto per alleviare la tensione dell’attesa.
  • Blu: rappresenta l’acqua, il cielo e il mare. Esprime calma, armonia e freschezza. E’ ideale soprattutto per il bagno.
Poltrona – 720 Lady – design Marco Zanuso – Cassina
  • Viola:  esprime la regalità e il lusso ma anche la spiritualità e l’occulto. E’ la scelta ideale per un grande salotto. Esprime un’atmosfera affascinate e lussureggiante.
  • Rosa: rappresenta dolcezza, ingenuità e delicatezza. Di solito viene usato per le stanze delle bambine, sia perché il rosa rappresenta il sesso femminile e sia perché esprime protezione.
  • Grigio: nelle sue svariate tonalità, come il tortora, ha sostituito il bianco delle pareti. Esprime un senso di relax e serenità.
  • Marrone: è il colore della terra e del legno e quindi, come il verde, proietta alla natura. Esprime calore ma nello stesso tempo relax. E’ consigliato per quegli ambienti domestici in cui è solita riunirsi la famiglia perché favorisce la conversazione.
  • Nero: è un colore misterioso ed elegante. Esprime forza e potere. E’ impiegato per attirare l’attenzione.
  • Bianco: è considerato il colore della purezza, dell’innocenza e della pace. Esprime pulizia e igiene. Il bianco è un colore neutro e si relaziona perfettamente con qualsiasi colore. L’arredamento bianco quindi può assumere caratteristiche differenti in base al colore accostato.

Non solo i colori ma anche le forme, come ad esempio del tavolo o di un divano, possono scaturire emozioni positive o negative e influire sull’umore, quindi l’interior design deve principalmente scegliere i colori adatti delle pareti per poi successivamente poter adattare gli arredi e i complementi di arredo.

Foto dal web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *